Octreoscan per i carcinomi neuroendocrini a piccole cellule: sì?..no?…

Octreoscan per i carcinomi neuroendocrini a piccole cellule: sì?..no?…

Buona sera ho 54 anni e sono stata una fumatrice.  Sono alla fine del quarto ciclo di chemio e farò una tac di controllo a metà mese.
Mi è stato diagnosticato un carcinoma neuroendocrino  a piccole cellule, mi piacerebbe conoscere il suo parere riguardo la scelta della chemio con cisplatino o carboplatino?

C’è differenza tra carcinoma o microcitoma? Ho il linfonodo del mediastino di 8cm visto con la pet ma sia L istologico del polmone che L analisi del liquido polmonare sono negativi, siamo arrivati a questo dopo che mi è stata diagnosticata una polmonite batterica a inizio ottobre 2020.

Attendo sue.
Grazie!

Luciana

Gentile Luciana ...

la ringrazio per il quesito che mi permette di aprire uno spazio di discussione sui carcinomi neuroendocrini.  Non aprirò però una ampia finestra su tali neoplasie, perché sarebbe una ripetizione di quanto è già detto alla pagina tumori neuroendocrini (che la invito a leggere con attenzione).

Ma, poiché ricevo molte mail di persone trattate esclusivamente con chemioterapia e senza alcuna risposta terapeutica, mi preme sottolineare che vi altre possibilità terapeutiche.

Una si basa sull’inibizione dei recettori della somatostatina (recettori presenti frequentemente nei tumori neuroendocrini), la cui presenza va comunque verificata preliminarmente utilizzando sia la vecchia e sempre affidabile scintigrafia nota come Octreoscan, sia le nuove PET recettoriali con 68Ga-DOTA-octreotide.   Tale opzione terapeutica è classicamente basata sulla somministrazione di octreotide (curiosamente anche il farmaco è chiamato a livello commerciale “octreoscan“) o, più raramente, sull’uso medico nucleare di radio nuclidi anti-somatostatina.

L’altra, più recentemente, si basa su un nuovo farmaco a bersaglio molecolare che è stato già approvato negli USA, in Europa ed in Italia per il trattamento specifico di questi tumori.  Si chiama EVEROLIMUS.

Spero di essere stato utile.

Cordiali saluti,

.direttore medico
Gianfranco Buccheri

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Sei un malato di cancro al polmone?  

 

NON FERMARTI QUI.  VISITA LA NOSTRA HOME.

Solo da lì è possibile accedere a tutti i servizi che ALCASE Italia mette a disposizione per te!

    Per altre pagine clicca ovunque, fuori dal riquadro