Analisi molecolari

"obbligatorie"

Home / Analisi molecolari

Previa esecuzione di specifiche analisi molecolari, i pazienti colpiti da un cancro del polmone non a piccole cellule metastatico hanno una nuova arma per combatterlo: la terapia personalizzata, a cui si può accedere.

Di particolare importanza, al momento della diagnosi di carcinoma polmonare non a piccole cellule in stadio avanzato, sono oggi le analisi molecolari volte ad identificare:

• la mutazione del gene EGFR;analisi molecolari
• il riarrangiamento di ALK e ROS1;
• la mutazione BRAF;
• la fusione del gene NTRK;
• la fusione RET;
• le mutazioni con skip (salto) dell’esone 14 di MET;

oltre alla

  • espressione della proteina PD-L1.

La maggior parte dei pazienti dovrebbe ricevere una terapia mirata per queste alterazioni, come segnalano le raccomandazioni del Journal of Clinical Oncology, che precisa inoltre:

 – Osimertinib è il trattamento di prima linea ottimale per i pazienti con mutazioni attivanti del recettore del fattore di crescita epidermico (delezione dell’esone 19, esone 21 L858R ed esone 20 T790M);

– Alectinib o Brigatinib è il trattamento di prima linea ottimale per i pazienti con fusioni di linfoma chinasi anaplastico (pazienti ALK-positivi).

– La chemioterapia è ancora un’opzione nella maggior parte delle situazioni cliniche.


Solo dopo aver accertata la presenza di una di queste alterazione genetiche, è possibile la terapia personalizzata (o terapia a bersagliocentri medici validati molecolare), cui su accennato, che ha la funzione di disturbare la crescita e la proliferazione delle cellule tumorali.   La pagina FARMACI MIRATI  riporta le schede farmacologiche dei farmaci attivi in ciascuna delle alterazioni genetiche su elencate, mentre la tabella qui in basso li raccoglie in relazione al loro particolare “target molecolare”.

Per i farmaci inibitori del check-point immunitario (ovvero il sistema PD1/PD-L1), invece, si tratta di bloccare il meccanismo per cui le cellule tumorali sfuggono al controllo del sistema immunitario.  Sono anticorpi monoclonali raccolti e presentati nella su menzionata pagina dei farmaci mirati

Noi consideriamo la determinazione di queste alterazioni genetiche essere… in un certo senso… “obbligatoria” perché, la loro conoscenza dà la possibilità al malato di accedere a specifici trattamenti, approvati dal SSN o comunque dall’Agenzia Europea del Farmaco (EMA), che migliorano enormemente le prospettive di controllo della malattia.


analisi molecolariVi sono poi alcune  analisi molecolari  che non si possono considerare “obbligatorie”, ma che potrebbero esser definite “consigliabili“.  In questo caso  vi sono prove medico-scientifiche certe del beneficio di alcuni specifici farmaci, ma gli stessi non sono stati ancora approvati a livello europeo per l’uso umano normale.
Un’analisi molecolare ” fortemente consigliabile” (ed il farmaco attivo nel caso di positività) è:

 – la mutazione KRAS G12C (Sotorasib o AMG-510).


 

Sei un malato di cancro al polmone?  

 

NON FERMARTI QUI.  VISITA LA NOSTRA HOME.

Solo da lì è possibile accedere a tutti i servizi che ALCASE Italia mette a disposizione per te!

    Per altre pagine clicca ovunque, fuori dal riquadro