Puoi aiutarci

... con una donazione libera

Home / Puoi aiutarci
aiutare ad aiutare

Perché aiutare ad aiutare?
L’associazione da sola non si regge, ha bisogno dell’aiuto di tutti, per informare, per sostenere i malati, per dar loro fiducia e forza nell’affrontare la malattia, speranza nelle nuove terapie, sostegno nei momenti di fragilità e solitudine.
Ha bisogno di un gesto, piccolo o grande che sia, perché aiutare gli altri è dare supporto alle persone che stanno soffrendo per la malattia, proprio quando ne hanno più bisogno.
E… aiutare gli altri rende felici perché si comprende di aver offerto una parte di noi, di aver scoperto l’importanza di un’azione molto speciale…

Donare e ricevere sono due gesti molto comuni nella vita quotidiana e forse, proprio per questo, non si riflette mai abbastanza sulla loro importanza e su quanto possano essere d’aiuto alle persone.
Donare è un gesto semplice, spontaneo, un gesto affettuoso, offerto con il cuore e generosità.
Donare ad un’associazione è invece un gesto straordinario, capace di attivare aiuti concreti e creare legami, è la solidarietà che si manifesta tra i componenti della “famiglia dell’uomo”

Non servono grandi cifre, anche un piccolo gesto conta…

DONA ORA

con una libera donazione

con una donazione in memoria

specificando nella parte Aggiungi istruzioni speciali […]
DONAZIONE IN MEMORIA DI…

con carta di credito tramite PayPal

→ tramite bonifico su conto corrente bancario
IBAN: IT41H0630510200000100133028, BIC: SARCIT2S, Banca Cassa di Risparmio di Savigliano, Filiale di Cuneo, Corso Nizza, 12100 Cuneo)

→ tramite versamento sul conto corrente postale n. 11362126

aiutare ad aiutare

Le donazioni effettuate a favore di Alcase Italia ODV da persone fisiche e giuridiche possono essere detratte dall’imposta lorda per il 26% dell’importo donato, fino a un massimo di 30.000 euro (TUIR – DPR 917/1986), o dedotte dal reddito complessivo nel limite del 10% e comunque per un massimo di € 70.000 (DL 35/2005), sempreché vengano effettuate a mezzo bonifico bancario, carta di credito (anche prepagata), bollettino postale o assegno bancario/circolare.