I momenti difficili richiedono sostegno forte – La storia di Erik Hale

I momenti difficili richiedono sostegno forte – La storia di Erik Hale

Quando avevo solo 30 anni mi è stato diagnosticato un adenocarcinoma in stadio 3A, un carcinoma polmonare non a piccole cellule. Dopo la diagnosi ho passato sei settimane a sottopormi a trattamenti di radioterapia e chemioterapia per ridurre le dimensioni del tumore prima di affrontare una procedura di lobectomia, durante la quale metà del mio polmone sinistro e 20 linfonodi sono stati rimossi.

Il processo di recupero è stata la cosa più difficile che abbia mai dovuto sopportare e ricordo quei lunghi giorni in ospedale con mia moglie Aloy al mio fianco. Mi ricordo che teneva la mia mano alle 3:00 del mattino, quando mi stavo contorcendo dal dolore e chiedevo quanto ancora dovevo soffrire. La ricordo mentre dormiva su un lettino minuscolo e traballante ai piedi del mio letto d’ospedale per assicurarmi che sarebbe stata lì per me se avessi avuto bisogno di qualcosa. Con affetto, ricordo la sua positività alla luce della mia squallida diagnosi. Non mi permetteva di arrendermi o di piangermi addosso e il suo incoraggiamento mi ha aiutato a decidere di essere forte.

Non dimenticherò mai quel giorno nel 2013 quando sono tornato a casa e ho detto a mia moglie (che era la mia ragazza all’epoca) i risultati della biopsia e senza esitazione la sua risposta è stata “Ci sposeremo”. Se la forza, la dedizione e l’amore non fortifica di fronte alle avversità, non so a cos’ altro possa servire.

Oggi sono trascorsi 5 anni dalla mia diagnosi e dall’intervento chirurgico e mentre la vita tende a normalizzarsi, quasi tutti i giorni penso che nessuno di noi possa mai dare per scontate il tempo che ci rimane da vivere. In un certo senso, così difficile come quei tempi, il cancro mi ha dato il dono della vita facendomi comprendere quanto siano preziosi i nostri momenti insieme, io e mia moglie.

Non so davvero dove sarei oggi se Aloy non fosse stata con me in quel periodo. I momenti più difficili della vita richiedono il sostegno più forte e le parole non possono semplicemente descrivere quanto sono fortunato ad avere avuto una delle donne più forti che abbia mai conosciuto che ha saputo sostenermi durante un periodo in cui ero troppo debole per stare in piedi da solo.

Oggi cerchiamo di celebrare la vita in tutti i piccoli modi possibili, quando ne abbiamo la possibilità. Per San Valentino quest’anno andremo fuori città per un weekend speciale.

Link all’articolo originale di Lung Cancer Alliance