Il Nivolumab può provocare rush cutanei?…

Il Nivolumab può provocare rush cutanei?…

Dottore buonasera,

Sono qui a disturbarla per chiederle una considerazione sul Nivolumab:
A mia madre in cura per carcinoma squamo-cellulare viene somministrato il Nivolumab senza grossi problemi tranne che per un rush cutaneo che le era venuto già prima della diagnosi di tumore polmonare, ma scomparso nelle due prime linee di terapia con chemioterapici e cortisone.
Come detto con la somministrazione del Nivolumab tale rush e’ riaffiorato e nell’ospedale dove è in cura mia madre da quanto sto vedendo non sanno come gestire la cosa perché dicono che durante tale cura non può essere somministrato del cortisone.
Volevo sapere se nella sua esperienza ci sono casi simili e come eventualmente si può risolvere il problema.
Ancora grazie. Cordiali saluti.

Riccardo

Caro Riccardo...

Le reazioni cutanee al Nivolumab (come a tutti i farmaci di questa categoria) sono piuttosto comuni (quasi il 20% delle persone trattate lamenta qualche problema alla cute), ma è quasi sempre di entità lieve o moderata (grado I e II di tossicità secondo la scala ECOG).  Per questo tipo di tossicità, è sufficiente l’uso di farmaci antistaminici e di cortisonici per uso topico (creme a base di cortisone da spalmare sulla cute). Ovviamente, per tossicità maggiori (ma non è assolutamente il caso di tua mamma, da come ne parli), si può arrivare a ridurre/sospendere il farmaco ed iniziare un trattamento cortisonico sistemico (che, per inciso, non sembra ridurre affatto l’effetto terapeutico dell’immunoterapico).

Oltretutto, poiché tua mamma presentava rash cutanei già prima della diagnosi, non mi sentirei di escludere totalmente l’innocenza del Nivolumab nella genesi di tali disturbi.

Questo è quanto posso dirti come medico, ma ti consiglierei di rivolgere la stessa domanda all’interno del gruppo  FaceBook “sconfiggiamo il cancro al polmone“, dove ci sono molti pazienti che hanno avuto o hanno esperienza diretta del Nivolumab e che potrebbero aiutarti condividendo con te la loro storia.

direttore-medico-firmaCordialmente,

Gianfranco Buccheri

Leave a Reply

Your email address will not be published.