Firma la petizione

per lo screening gratuito

Home / Firma la petizione

Dal vocabolario Treccani:

PREVENZIONE: Adozione di una serie di provvedimenti per cautelarsi da un male futuro, e quindi l’azione o il complesso di azioni intese a raggiungere questo scopo. Genericamente, ogni attività diretta a impedire pericoli e mali sociali di varia natura …

In oncologia, il “male futuro” da cui cautelarsi è: la nascita di un cancro (PREVENZIONE PRIMARIA), la manifestazione di un cancro in una fase già avanzata del suo sviluppo e perciò difficilmente curabile (PREVENZIONE SECONDARIA), e la ripresa evolutiva di un cancro già radicalmente trattato (PREVENZIONE TERZIARIA).

Per il cancro del polmone, prevenzione terziaria è sinonimo follow-up post-chirurgico, mentre prevenzione primaria è sinonimo (ma non solo) di LOTTA AL TABAGISMO.

In questa pagina, ci occupiamo di prevenzione secondaria o di screening del cancro al polmone.  Anzi, partiamo dall’azione, forte, che ALCASE Italia ha avviato perché lo screening del cancro l polmone sia gratuito e disponibile su tutto il territorio nazionale per le persone a rischio di ammalarsi del più temibile dei cancri che colpiscono l’uomo… 

Boves, 7/9/16

ALCASE Italia si è già occupata, più volte, di screening del cancro al polmone con TAC a basso dosaggio (o TAC spirale).

Di seguito proponiamo i link ai principali articoli (dai più recenti ai più vecchi):
Raccomandazioni governative USA per lo screening
LINEE GUIDA PER LO SCREENING
Un parere autorevole
Screening di massa per il cancro al polmone: cosa dicono gli esperti
Screening e diagnosi precoce

E’ importante leggere, più degli altri, i primi due articoli su citati, non solo perché più recenti, ma anche -e soprattutto- perché presentano la posizione di tutte le società medico-scientifiche interessate allo screening (la quale a sua volta è sostanzialmente fondata sui risultati del National Lung Screening Trial americano). Per farne una estrema sintesi, potremmo dire che, nei soggetti ad alto rischio di sviluppare un cancro al polmone per essere o essere stati forti fumatori, è stato dimostrato (ed universalmente accettato) che:
1. lo screening del cancro al polmone è in grado di riconoscere molti tumori in una fase ancora assolutamente iniziale di crescita;
2. la completa resecabilità chirurgica e la sopravvivenza sono maggiori nei soggetti con tumori scoperti mediante screening rispetto ai controlli;
3. anche la sopravvivenza dell’intero gruppo sottoposto a screening è maggiore di quello non sottoposto a screening.
In conclusione, se lo screening del cancro al polmone con TC a basso dosaggio fosse applicato regolarmente A TUTTE le persone a rischio, molte vite umane sarebbero salvate. Per questa ragione la Task Force americana per i servizi di prevenzione raccomanda lo screening a tutti i soggetti di età uguale o superiore a 55 anni forti fumatori ed ex-forti fumatori”

COSA CHIEDIAMO
ALCASE Italia chiede al Servizio Sanitario Nazionale (SSN) di organizzare una rete di centri di screening del cancro al polmone su tutto il territorio nazionale e di offrire gratuitamente lo screening a tutti i cittadini italiani di età compresa fra i 55 e i 74 anni di età che siano o siano stati (fino a 15 anni prima dell’invito a partecipare) forti fumatori (almeno 30 pacchetti/anno).

COME AIUTARE

Alcase Italia chiede di firmare e far firmare la nostra petizione su CHANGE.ORG,

semplicemente CLICCANDO SULL’IMMAGINE e seguendo le indicazioni.

screening cancro del polmone

Lo screening per il cancro del polmone

Lo screening per il cancro del polmone

Lo screening del polmone non è per tutti. Vi si sottopongono soltanto pazienti che sono ad alto rischio di contrarre...