Classificazione patologica del microcitoma – dai PDQ del NCI

Versione per Medici

Classificazione patologica del carcinoma polmonare a piccole cellule (SCLC)

Classificazione patologica microcitoma

Patologo

Prima di iniziare il trattamento di un paziente con carcinoma polmonare a piccole cellule (SCLC), un patologo esperto in carcinoma polmonare deve riconsiderare il materiale patologico.

Classificazione patologica

L’attuale classificazione dei sottotipi di SCLC include i seguenti:

Carcinoma a piccole cellule.
Carcinoma a piccole cellule combinato (ovvero SCLC combinato con componenti neoplastiche squamose e / o ghiandolari).

Il carcinoma polmonare a piccole cellule (SCLC) derivante da cellule neuroendocrine costituisce un estremo dello spettro dei carcinomi neuroendocrini del polmone.

I tumori neuroendocrini includono i seguenti: • Carcinoide tipico a basso grado di malignità. • Carcinoide atipico di grado intermedio. • Tumori neuroendocrini ad alto grado di malignità, comprensivi del carcinoma neuroendocrino a grandi cellule (LCNEC) e del carcinoma polmonare a piccole cellule (SCLC).

A causa delle differenze nel comportamento clinico, nella terapia e nell’epidemiologia, questi ultimi tumori sono classificati separatamente nella nuova classificazione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS).

In quest’ultima classificazione, la variante di SCLC, chiamata carcinoma misto a piccole e grandi cellule, non è stata mantenuta. Invece, l’SCLC è ora descritto con una sola variante, il carcinoma polmonare a piccole cellule combinato, quando almeno il 10% della massa tumorale è costituito da una componente non a piccole cellule associata.

Il carcinoma polmonare a piccole cellule (SCLC) si presenta come una proliferazione di piccole cellule con le seguenti caratteristiche morfologiche:

• Citoplasma scarso. • Bordi non definiti. • Cromatina con aspetto finemente granulare detto ‘sale e pepe’. • Nucleoli assenti o non evidenti. • Frequente risalto nucleare. • Un’elevata conta mitotica.

Il carcinoma a piccole cellule combinato include una mistura di piccole e grandi cellule o qualsiasi altro elemento cellulare non a piccole cellule.

Tutti i casi che mostrano almeno il 10% di carcinoma polmonare a piccole cellule (SCLC) vengono diagnosticati come SCLC combinato mentre la diagnosi di SCLC è limitata ai tumori con istologia pura di SCLC.

Il carcinoma a piccole cellule (SCLC) associato al carcinoma neuroendocrino a grandi cellule (LCNEC) viene diagnosticato come SCLC combinato con LCNEC.

Quasi tutti gli SCLC sono immunoreattivi per la cheratina, la trascrizione del fattore 1 tiroideo (TTF-1) e l’antigene epiteliale di membrana (EMA). La differenziazione neuroendocrina e neurale è determinata dall’espressione di: • DOPA decarbossilasi, • calcitonina, • enolasi neurone-specifica (NSE), • cromogranina A, • CD56 (nota anche come istone nucleosomiale chinasi 1 o molecola di adesione cellulare neurale), • peptide di rilascio della gastrina (GRP) e • fattore di crescita insulino-simile (IGF o somatomedina).

Uno o più marker dei suddetti marker di differenziazione neuroendocrina possono essere trovati in circa il 75% di SCLC.

Sebbene modifiche maligne pre-invasive e in situ siano frequentemente riscontrate in pazienti con carcinoma polmonare non a piccole cellule, questi risultati sono rari in pazienti con SCLC.

Sei un malato di cancro al polmone?  

 

NON FERMARTI QUI.  VISITA LA NOSTRA HOME.

Solo da lì è possibile accedere a tutti i servizi che ALCASE Italia mette a disposizione per te!