Radioterapia stereotassica

Radioterapia stereotassica

Buongiorno Dottore.

Vorrei sottoporre alla sua attenzione il trattamento di secondarismi con radiochirurgia stereotassica, Raggi Gamma Knife, Cyberknife…
Possono essere usati su tutte le lesioni dei vari distretti d’organo compreso il fegato? Quante lesioni possono essere trattate contemporaneamente? Fino a quale dimensioni possono essere trattate con successo?
Ho letto inoltre che ci sono varie apparecchiature e tecniche, che vengono usate per la radiochirurgia e che l’ultima è l’Elekta Unity.
Vorrei quindi capire, quando ci sono differenti indicazioni nell’ uso di Gamma Knife… CyberKinife… Elekta Unity (acceleratore lineare) o altre tecniche e macchinari ancora più innovativi specifici per l’organo interessato.
Spero di non aver fatto confusione nel porgerle queste domande e nel caso… perdoni l’ignoranza in merito.
La ringrazio sentitamente per la risposta che darà.
Buona giornata
Sonia

Gent. Sonia...

La radioterapia stereotassica è una tecnica di radioterapia che si caratterizza per la capacità di “ablare” [rimuovere] piccole lesioni tumorali.  Si parla infatti di radioterapia stereotassica ablativa. La probabilità di successo, ovvero la probabilità di controllare la lesione trattata, è superiore al 90%.
La radioterapia stereotassica è nata per il trattamento delle lesioni cerebrali molti anni fa e prendeva il nome di radio-chirurgia, appunto perché i risultati sulla cure delle metastasi cerebrali era analoga a quella della neurochirurgia.

Gli avanzamenti tecnologici hanno permesso negli ultimi anni di estendere la radioterapia stereotassica anche agli altri organi del corpo, per cui si parla di “radioterapia stereotassica extra-cranica”.
Infatti, per rispondere alla sua domanda, è possibile trattare localizzazioni tumorali in qualsiasi sede, incluso il fegato, il polmone, i linfonodi, la prostata, oltre che l’encefalo.
Non c’è un numero massimo, o una dimensione massima, di metastasi che possono essere trattate da un punto di vista tecnico.
Esiste però un significato “oncologico”, per cui è ragionevole trattare le singole metastasi quando sono poche; per “poche”, la comunità scientifica si è posta, in linea assolutamente generale, il numero di 5.

La radioterapia stereotassica è una tecnica che può essere realizzata con diverse tecnologie (apparecchiature), con lo stesso risultato.
Ad esempio, la radioterapia stereotassica polmonare può essere erogata sia con l’acceleratore lineare, sia con Cyberknife, sia con Tomotherapy, ecc.
Esistono anche tecnologie “dedicate” ad un organo, come ad esempio GammaKnife, che permette di erogare la radioterapia esclusivamente all’encefalo.
Non esistono studi di superiorità di una tecnologia rispetto ad altre.

 

Marco Trovò

Cordialmente,

dott. Marco Trovò
Direttore S. O. C. di Radioterapia Oncologica
Azienda Sanitaria Universitaria del Friuli Centrale, Udine

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Sei un malato di cancro al polmone?  

 

NON FERMARTI QUI.  VISITA LA NOSTRA HOME.

Solo da lì è possibile accedere a tutti i servizi che ALCASE Italia mette a disposizione per te!

    Per altre pagine clicca ovunque, fuori dal riquadro