Rari tumori con mutazioni dei geni SMARCA

Rari tumori con mutazioni dei geni SMARCA

CONTESTO:

mutazioni SMARCAIl sottogruppo di geni SMARCA appartiene alla famiglia SWI1 / SNF1 che è responsabile del rimodellamento e della riparazione della cromatina. Le mutazioni inattivanti dei principali geni, SMARCA A2 e A4, portano alla perdita di espressione delle loro rispettive proteine all’interno del nucleo e, come tali, hanno caratterizzato un insieme di neoplasie che sono sostenute dalla carenza di SMARCA. La morfologia delle cellule tumorali varia da piccole a grandi cellule epitelioidi, cellule giganti e cellule rabdoidi. Le cellule rabdoidi sono frequentemente presenti in questi tumori ma non sono una condizione indispensabile per la diagnosi. La maggior parte di questi tumori sono carcinomi altamente pleiomorfi, indifferenziati o poco differenziati. Focalmente, si possono vedere aree di maggiore differenziazione. La descrizione iniziale di una neoplasia carente di SMARCA4 fu fatta in un carcinoma a piccole cellule dell’ovaio, di tipo ipercalcemico. Successivamente, sono stati descritti tumori che si adattano a questa caratteristica morfologica ed immunofenotipica nel polmone, cavità toracica, endometrio, nel tratto gastrointestinale e nei reni. La perdita immunoistochimica di SMARCA2 e SMARCA4 può verificarsi in concomitanza o indipendentemente l’una dall’altra.

I tumori maligni con deficienza di MARCA (SMARCA) rappresentano un sottoinsieme unico di tumori con tipici risultati morfologici e immunoistochimici.

Fonte: SMARCA Family of Genes, J Clin Pathol . 2020 May;73(5):257-260


Buonasera, prof.ssa Calabrese.

Le scrivo per il caso di una giovane donna di 38 anni, che per una neoformazione nodulare solida del diametro di ca 3,2 cm ha subito una lobectomia polmonare superiore destra.

Sono state inviati al patologo 4 linfonodi e frammenti del lobo superiore. Il patologo, dopo le ricerche eseguite, ha diagnosticato una neoplasia epiteliomorfa scarsamente differenziata di altro grado i cui caratteri morfofenotipici depongono per carcinoma indifferenziato carente in SMARCA 2 e parzialmente carente in SMARCA 4.

Attualmente i medici suggeriscono un’attesa di tre mesi prima di rifare una TC. Sostengono che non verrà sottoposta a terapia perché non conoscono queste mutazioni e non sanno come la signora potrebbe reagire alla chemioterapia.
La signora ha contattato uno dei 100 medici eccellenti segnalati da ALCASE, il quale ha solo espresso la seguente valutazione: “Pregate che non ricompaia”.
Immagino non sia una neoplasia specifica del polmone e che forse fa parte di quelle forme rare e orfane.
Ma la signora che opzioni ha? A chi si può rivolgere, anche in altro continente?

La ringrazio di cuore se potrà dare il suo consiglio.

Cordiali saluti

Eleonora Bianco

Gentilissima Eleonora...

le neoplasie toraciche e polmonari con le mutazioni dei geni SMARCA2/A4 rappresentano un gruppo di tumori di recente identificazione.
In questi casi non ci sono linee guida standardizzate riguardanti il trattamento terapeutico proprio perché si conosce ancora poco della biologia di queste neoplasie.
In quanto anatomopatologo, dalla sola lettura dei referti, mi sembra che la diagnosi sia stata puntuale e stilata alla luce delle più recenti acquisizioni. Non posso esprimermi sugli approcci terapeutici, ma alcune evidenze scientifiche suggeriscono che le mutazioni di SMARCA2/A4 siano dei predittori della chemiosensibilità di queste neoplasie a trattamenti basati sul platino. Le consiglio pertanto un consulto oncologico mirato alla luce anche di queste informazioni.
Cordiali saluti

Fiorella Calabrese, MD

Full Professor of Pathology
University of Padova Medical School
Dept. of Cardiac, Thoracic, Vascular Sciences and Public Health
Pathological Anatomy Section
via A.Gabelli 61, 35121 Padova (Italy)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Sei un malato di cancro al polmone?  

 

NON FERMARTI QUI.  VISITA LA NOSTRA HOME.

Solo da lì è possibile accedere a tutti i servizi che ALCASE Italia mette a disposizione per te!