La Società Europea di Medicina Respiratoria (ERS) sollecita lo screening

La Società Europea di Medicina Respiratoria (ERS) sollecita lo screening

Lettera aperta

 Ai:

Presidente, vicepresidenti, coordinatori, relatore e membri del Comitato Speciale per Combattere il Cancro (BECA)

 Implementare la diagnosi precoce del tumore al polmone in Europa: una pietra miliare nella lotta al maggior killer tra i tumori umani

Cari Membri di BECA,

Società Europea di Medicina Respiratoria La European Respiratory Society (ERS), insieme a 51 organizzazioni che hanno sottoscritto questo documento, in occasione della presentazione degli emendamenti alla bozza di relazione della Commissione BECA vi esorta a tenere in considerazione l’importanza della diagnosi precoce del tumore al polmone nel raggiungimento degli obiettivi del Piano Europeo per la lotta contro il cancro.

Abbiamo seguito con grande attenzione le udienze del BECA e siamo pienamente d’accordo con la sessione dedicata alla diagnosi precoce del tumore al polmone che ha sottolineato come i programmi di screening riducano la mortalità. Il tumore al polmone è attualmente tra i tumori con maggiore mortalità in Europa e provoca immense sofferenze a molti cittadini europei, poiché la malattia viene spesso diagnosticata in una fase avanzata.

Nonostante le nuove tecniche diagnostiche e molti progressi scientifici, ad esempio nell’identificazione delle alterazioni genetiche e nello sviluppo di terapie più mirate, i tassi di diagnosi precoce in Europa non stanno aumentando a sufficienza. Il Piano Europeo per la Lotta contro il Cancro pone giustamente l’accento sulla diagnosi precoce e sulla sua importanza nel salvare vite umane, ma manca nella definizione di obiettivi chiari volti all’ottenimento di un impatto tangibile sulle persone a rischio di sviluppare, e/o che vivono con, il tumore al polmone. Proponiamo quindi di includere il seguente obiettivo nel rapporto BECA: aumentare la diagnosi precoce del tumore al polmone del 20% entro il 2030.

Per raggiungere questo obiettivo ambizioso, ma realistico, riteniamo essenziale sollecitare la Commissione a:

1) Estendere le raccomandazioni del Consiglio sullo Screening del Tumore al Polmone entro il 2022;

2) Supportare progetti, per esempio attraverso EU4health, il Cancer Mission o altri rilevanti programmi, volti ad esplorare le barriere che limitano l’identificazione e la diagnosi precoce del tumore al polmone;

3) Proporre una campagna di sensibilizzazione a livello dell’Unione per intensificare gli sforzi volti a sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza della diagnosi precoce del tumore al polmone, migliorare la diagnosi precoce e aumentare la sopravvivenza;

4) Connettere il patrimonio di competenze medico-scientifiche Europee tramite collaborazioni transfrontaliere, quali ad esempio la costituzione di centri di eccellenza multidisciplinari.

È tempo che l’Europa agisca, ora più che mai, e sia all’avanguardia nella diagnosi precoce del tumore al polmone. Chiediamo quindi il vostro supporto per includere queste raccomandazioni nel rapporto BECA. Ciò invierebbe un segnale forte sull’importanza cruciale della diagnosi precoce nella prevenzione e nel trattamento del tumore al polmone, ma anche sul vostro impegno a ridurre il peso del tumore più letale in Europa.

Vi ringraziamo per la vostra attenzione e rimaniamo a vostra disposizione per qualsiasi necessità.

Cordiali saluti,

Bruxelles, 13/09/21

La Presidenza dell’ ERS

 

Sei un malato di cancro al polmone?  

 

NON FERMARTI QUI.  VISITA LA NOSTRA HOME.

Solo da lì è possibile accedere a tutti i servizi che ALCASE Italia mette a disposizione per te!

    Per altre pagine clicca ovunque, fuori dal riquadro