Risultati dell’UKLS trial e Metanalisi sullo Screening del Cancro al Polmone

Risultati dell’UKLS trial e Metanalisi sullo Screening del Cancro al Polmone

INTERPRETATION (conclusioni). Lo studio UKLS, basato su un'unica TCBD, indica una riduzione della mortalità per cancro del polmone di entità simile agli studi NELSON e NLST ed è stato incluso in una meta-analisi che fornisce un supporto inequivocabile per lo screening del cancro del polmone.

Tepotinib per la Mutazione MET dei tumori al polmone

Tepotinib per la Mutazione MET dei tumori al polmone

Un ampio studio internazionale di fase II dà una chiara risposta: il Tepotinib, in pazienti con una particolare mutazione MET, la cosiddetta "skipping mutation" del gene MET esone 14, dà una percentuale di risposte obiettive che, anche quando valutate da esperti estranei -e perciò indipendenti dal team di ricerca-, si aggira intorno al 50%.

Dopo Atezolizumab, anche Durvalumab risulta efficace nel microcitoma esteso.

Dopo Atezolizumab, anche Durvalumab risulta efficace nel microcitoma esteso.

Nel novembre 2019, una nuova conferma dell'efficacia degli immunoterapici nello SCLC (almeno nella malattia avanzata) è venuta da un altro grosso studio internazionale, il CASPIAN trial.

LURBINECTIDIN: finalmente un nuovo farmaco per il microcitoma!

LURBINECTIDIN: finalmente un nuovo farmaco per il microcitoma!

Lurbinectedin si è dimostrato un farmaco attivo nella terapia di seconda linea del SCLC in termini di risposta complessiva,  presentando un profilo di tossicità accettabile e gestibile. La Lurbinectedina potrebbe rappresentare un potenziale nuovo trattamento per i pazienti con SCLC, che hanno poche opzioni soprattutto in caso di recidiva. Attualmente, essa è studiata in combinazione con la Doxorubicina, sempre come terapia di seconda linea, in uno studio randomizzato di fase 3.

29 gennaio 2020: appare sul NEJM il report definitivo dello Studio Nelson

29 gennaio 2020: appare sul NEJM il report definitivo dello Studio Nelson

Lo studio Nelson ricalca, ma non troppo, il vecchio NLST, e e giunge a conclusioni simili o persino più stringenti: la riduzione della mortalità del 20%, qui diventa, a 10 anni., del 24% nel gruppo principale di studio (gli uomini) e, addirittura, del 33% fra le donne

Lazertinib: un nuovo anti-TKI per tumori EGFR mutati

Lazertinib: un nuovo anti-TKI per tumori EGFR mutati

I risultati di uno studio di fase 1-2 sul Lazertinib, ancorché preliminari, sono tuttavia particolarmente promettenti Lazertinib è un nuovo, potente, altamente selettivo, ed irreversibile inibitore della tirosinchinasi dell' EGFR.  E' somministrabile per via orale  e capace di attraversare la barriera emato-encefalica...

Quante mancate diagnosi di cancro del polmone con la radiografia standard?…

Quante mancate diagnosi di cancro del polmone con la radiografia standard?…

Sono anni che noi di ALCASE andiamo ripetendo che in caso di sospetto tumore al polmone NON E' SUFFICIENTE una radiografia toracica negativa per escluderlo.  E ne sono convinti con noi molti esperti in ambito professionale medico, ad esempio quelli appartenenti alla Società dei Chirurghi Toracici Americani.

Con l’Atezolizumab l’immunoterapia guadagna spazio anche nel microcitoma…

Con l’Atezolizumab l’immunoterapia guadagna spazio anche nel microcitoma…

Un ampio studio internazionale estende per la prima volta l'indicazione degli immunoterapici, in questo caso l'Atezolizumab, nel cancro del polmone a piccole cellule (SCLC) o microcitoma in malattia avanzata.