Conseguenze globali della pandemia da COVID-19 per l’oncologia

Conseguenze globali della pandemia da COVID-19 per l’oncologia

L'emergenza da coronavirus danneggia direttamente i pazienti di cancro al polmone, e  per tanti motivi, fra cui [...]. Ma esiste un altro modo, più subdolo e forse di maggiore impatto, certamente ad effetto prolungato nel tempo, con cui l'attuale pandemia influenzerà negativamente l'oncologia in generale...

Raccomandazioni per i pazienti oncologici e onco-ematologici,  in corso di  emergenza da COVID-19

Raccomandazioni per i pazienti oncologici e onco-ematologici, in corso di emergenza da COVID-19

Trasmesse oggi, mercoledì 11 marzo 2020, dal Ministero della Salute le Raccomandazioni per la gestione dei pazienti oncologici e onco- ematologici in corso di emergenza da COVID-19, redatte su iniziativa del Comitato Tecnico-Scientifico della Protezione Civile

Larotrectinib, una nuova arma in caso di fusione NTRK

Larotrectinib, una nuova arma in caso di fusione NTRK

Larotrectinib è stato il primo farmaco specificamente sviluppato e approvato per il trattamento di qualsiasi tumore con fusione del gene NTRK (ovvero, ha ricevuto un'approvazione "agnostica" per quanto attiene il tipo di tumore).  Nel settembre 2019 Larotrectinib è stato ufficialmente approvato dall'EMA in Europa per l'uso umano. I primi risultati clinici sono molto buoni, anche per il cancro al polmone.