13 Novembre

Giorno della Memoria

Home / 13 Novembre

Nella nostra cultura ogni anno ritorna il giorno dei morti, il giorno in cui si ricordano «quelli che se ne sono andati e non sono più qui» e si visitano le tombe delle persone amate. Un rito che si celebra nella stagione autunnale, quando tutta la natura ci parla di fine, morte, sonno e riposo eterno.

La società, però, tende ad rifiutare la morte. Dopo un evento funesto ci si affretta a insegnare le vie per «elaborare il lutto», perché si pensa che il dolore per la perdita di chi abbiamo amato debba essere addolcito e risolto il più in fretta possibile: occorre dimenticare e l’oblio va accelerato…

Ma il dolore per la perdita di una persona cara, la forma più acuta di sofferenza, non può essere del tutto eliminato perché l’amore è per sempre.

Quando rinnoviamo l’amore per i nostri cari che sono morti, noi vinciamo la morte e ridiamo loro la vita.

Rinnoviamo, dunque il nostro amore per i nostri cari che sono morti, uccisi da un cancro al polmone.

La vita di chi ci ha lasciato non è finita, ma continua in coloro che lo hanno amato. Il ricordo vince la morte

Rinnoviamo ancora una volta, il ricordo e l’amore, il prossimo 13 NOVEMBRE che ALCASE Italia, quest’anno, ha proclamato GIORNO DELLA MEMORIA.

Quello che eravamo prima l’uno per l’altro lo siamo ancora. Il mio nome sia sempre la parola familiare di prima: pronuncialo senza la minima traccia d’ombra o di tristezza. La nostra vita conserva tutto il significato che ha sempre avuto: è la stessa di prima, c’è una continuità che non si spezza.”

(S. Agostino)

Il 13 novembre illuminiamo le nostre finestre con mille, diecimila, centomila fiammelle per una notte intera, saranno simboli di vita e amore per chi ci ha lasciato, colpito, ma non sconfitto, da un cancro del polmone.

Nessuno muore sulla terra

finchè vive nel cuore di chi resta